• Home
  • Notizie
  • Formazione finanziata e Fondi Interprofessionali

Formazione finanziata e Fondi Interprofessionali

Tutte le aziende possono accedere gratuitamente (o quasi) alla formazione per il proprio personale, ma forse non tutte lo sanno!

Ormai è chiaro, qualsiasi sia il settore in cui si opera, sviluppare nuove competenze ed essere sempre aggiornati sulle nuove tendenze e le continue novità in ambito tecnologico e normativo è fondamentale per avere successo. E come è possibile raggiungere questo obiettivo? Grazie alla formazione!
Si potrebbe pensare che una formazione efficace e costante sia prerogativa di grosse aziende nelle quali i fondi da investire non mancano, in realtà accedervi può essere semplice e molto meno oneroso di quanto si pensi. Basti pensare che tutti i mesi i datori di lavoro versano, obbligatoriamente e spesso inconsapevolmente, dei soldi che possono essere destinati alla formazione. Vediamo di cosa si tratta e come è possibile sfruttare queste risorse che già e senza possibilità di scelta, escono dal patrimonio dell’imprenditore.

Contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria
Tutte le aziende mensilmente, con il pagamento dei contributi obbligatori, versano una quota corrispondente allo 0,30% della retribuzione dei lavoratori all'INPS come "contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria". Grazie alla legge 388/2000 tutte le aziende che versano lo 0,30% hanno però facoltà di scegliere di destinarlo a uno dei tanti Fondi interprofessionali esistenti per la formazione professionale continua.
Nel caso in cui non si effettui nessuna scelta tali contributi vengono comunque versati e sono trattenuti dall’INPS.

Come si aderisce
Aderire a un Fondo è molto facile, e lo si può fare attraverso il modello UNIEMENS in qualsiasi momento e senza costi di iscrizione. Sarà sufficiente compilare il campo “FondoInterporf” nella denuncia aziendale UNIEMENS selezionando l’opzione adesione, indicando il Fondo al quale si vuole aderire e riportando il numero di dipendenti in forza. All’invio di questo flusso il software di controllo INPS genera un errore non bloccante al fine di evidenziare l’informazione inserita, sarà quindi necessario forzare l’invio. E’ sempre possibile in qualsiasi momento modificare la scelta effettuata sempre tramite denuncia UNIEMENS.

Vantaggi
Aderire a un Fondo Interprofessionale comporta numerosi vantaggi:

  1. soddisfare le proprie esigenze formative con dei costi minori per l’azienda;
  2. recuperare parte dei contributi previdenziali versati e investirli nella crescita delle proprie risorse;
  3. aumentare la competitività aziendale grazie allo sviluppo di competenze;
  4. investire nella formazione dei dipendenti prevedendo dei piani di crescita valorizzando la loro professionalità e aumentandone la soddisfazione.